Notice: Undefined variable: textpriv in /web/htdocs/www.icmasaccio.edu.it/home/wp-content/themes/pasw2015/include/moduli/pasw2015-eulaw.php on line 128
Ultima modifica: 9 Luglio 2016

Diario del primo anno


Notice: Undefined variable: textpriv in /web/htdocs/www.icmasaccio.edu.it/home/wp-content/themes/pasw2015/include/moduli/pasw2015-eulaw.php on line 128

Le attività svolte in questo primo anno possono essere suddivise tra quelle programmate dai Paesi partecipanti e riportate nell’Application Form con scadenza mensile e ciò che abbiamo realizzato come Istituto, tenendo conto che le scuole coinvolte nel progetto sono due scuole Primarie e due scuole dell’Infanzia, per un totale di 403 alunni.

Nel primo caso e in successione temporale:

  • Creazione del logo e dello spazio su wikispaces cytipla.wikispaces.com
  • Questionari in lingua inglese sul tema dell’ecomobilità suddivisi per fasce di età (studenti 3-8 anni e 9-14 anni), relazione sui risultati e confronto con quelli degli altri Paesi.
  • Corrispondenza tra classi di Scuola Primaria e sezioni di Scuola dell’Infanzia, via email, video, cartacea.
  • Ricerca e produzione di materiale sull’ecomobilità nelle classi da condividere con i partner.
  • Questionario in lingua italiana per i genitori degli studenti e relazione/scambio dei risultati.
  • Produzione di un video con intervista a genitori rappresentanti i singoli plessi e i due ordini di scuola dell’Istituto, condivisione dei video con i partner.
  • Organizzazione e pianificazione dell’Ecomobility Week da svolgere nel mese di maggio.
  • Compilazione di un questionario per gli insegnanti referenti di ogni Paese al fine di verificare sia l’ecomobility week che l’anno di lavoro appena concluso.

Attività inerenti Scuole Infanzia e Primaria Istituto Comprensivo “Masaccio”:

  • Richiesta e concessione Patrocinio Comune San Giovanni Valdarno, Regione Toscana e Consiglio Regionale. Conferenza stampa per presentazione progetto presso il Comune di San Giovanni Valdarno, articoli sui principali quotidiani locali cartacei e online, interviste al Sindaco e al Dirigente Scolastico sui canali televisivi locali e regionali.
  • Inizio collaborazione con enti ed associazioni del territorio, tra cui FIAB ValdarnoInBici, Polizia Municipale di San Giovanni, CALCIT, CAI, Unicoop Firenze, Confcommercio, Confesercenti, Proloco e singoli privati esperti di argomenti inerenti il progetto che durante l’anno si sono adoperati per la buona riuscita delle diverse iniziative.
  • Lezioni teoriche e pratiche di Educazione Stradale in tutte le classi e sezioni Infanzia svolte dalla Polizia Municipale ( totale di 403 alunni) tra febbraio e maggio 2014, concentrate sulle regole dei pedoni e dei ciclisti.
  • Percorsi a piedi e in bicicletta negli spazi interni alle scuole o limitrofe per tutte le fasce di età in collaborazione con la Polizia Municipale, consegna del Diploma del Buon pedone e Ciclista a tutti gli alunni partecipanti, apertura dei percorsi in bici alla presenza del Sindaco.
  • Incontri a scuola con volontari dell’associazione Fiab ValdarnoinBici inerenti argomenti legati all’uso della bicicletta nel quotidiano e in famiglia come nei percorsi casa-scuola, casa-lavoro per gli adulti. Inoltre gli alunni hanno riflettuto sul perché andare in bicicletta e quindi sul risparmio economico e i vantaggi per la salute quando ci muoviamo con mezzi sostenibili per l’ambiente,su quali sono le infrastrutture adeguate per chi usa la bicicletta e quali sono le dotazioni e i comportamenti da tenere per pedalare in sicurezza. Sono stati illustrati dal vivo alcuni accessori per rendersi visibili in bicicletta sia di giorno sia di notte senza dimenticare di sottolineare l’importanza dell’utilizzo del casco quando si pedala.
  • Nelle scuole dell’Infanzia progetto “Senza ruotine”: incontri con i genitori a cura di una socia di ValdarnoinBici psicologa e psicoterapeuta sul rapporto genitori- figli nello sviluppo di una nuova autonomia. Nei giorni seguenti       gli alunni di 4-5 anni hanno fatto dei mini percorsi in bicicletta, attività propedeutiche per acquisire maggiore senso di equilibrio e chi non sapeva andare senza ruotine ha iniziato a pedalare senza. Questo in orario scolastico e con l’aiuto dei volontari di ValdarnoinBici.
  • Partecipazione di tutte le classi dell’Istituto al Progetto ministeriale “Frutta nelle scuole” su una sana ed equilibrata alimentazione e conseguente lavoro interdisciplinare legato all’incremento dell’attività fisica e all’uso di mezzi ecologici negli spostamenti.
  • Iscrizione all’edizione 2014 di BiciScuola promossa dal la Gazzetta dello Sport.
  • Incontri a scuola con esperti che hanno spiegato la struttura di una bicicletta, visite nei negozi di riparazione biciclette.
  • Incontri con il Sindaco sia nei locali del Comune che a scuola per parlare della situazione attuale delle piste ciclabili e pedonali, per fare proposte sul territorio e discutere sulla possibilità di percorsi casa-scuola da effettuare con mezzi sostenibili e in totale sicurezza. Proposta da parte degli studenti di postazioni di bike sharing nel nostro paese e di istituzione del registro comunale delle biciclette per ostacolare i frequenti furti.
  • Collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale “Marconi” di San Giovanni Valdarno e con il loro assistente Comenius della Polonia per un’introduzione sul suo Paese agli alunni.
  • Attività di continuità tra scuola Primaria e Infanzia ( gruppo dei 5 anni-classe I) basato su tema dell’ecomobilità e sull’autonomia. Percorsi a piedi e in bicicletta all’interno e fuori dalle scuole.
  • Progetto cine-teatrale sull’ecomobilità: laboratorio di trasformazione in chiave ecomobile di fiabe classiche, costruzione della nuova storia, drammatizzazione e riprese video. Festa di fine anno presso il circolo Arci di quartiere alla presenza di circa 250 persone (tra alunni, familiari e insegnanti) e visione serale all’aperto dei cortometraggi in collaborazione con l’associazione Valdarno Cinema Fedic. Presenza e saluti del Sindaco.
  • Produzione di video, foto, cartelloni, disegni, articoli di giornale, storie, poesie, plastici sul tema dell’ecomobilità. Scambio di video e regali durante le feste religiose come Natale, la Befana e Pasqua per evidenziare le diverse tradizioni.
  • Scuole Infanzia: festa conclusiva anno scolastico sul tema dell’ecomobilità. Entrambe le scuole hanno visto la presenza di circa 150 persone e si sono svolte in due locali parrocchiali di quartieri diversi. La prima scuola ha visto protagonisti un gruppo di genitori che ha rappresentato una fiaba classica in versione ecomobile, l’altra ha coinvolto 55 bambini dai 3 ai 5 anni che alla presenza dei familiari hanno creato un quadro “dinamico” per ogni Paese partner in cui si evidenziavano vari aspetti: l’inno nazionale, i balli e musiche tipiche, i costumi, le tradizioni.
  • In preparazione alla settimana dell’ecomobilità: comunicazioni ai media, alle famiglie, distribuzione volantini negli esercizi commerciali e nei principali luoghi di ritrovo, consegna di palloncini pubblicitari da parte dei bambini nei negozi del centro storico in collaborazione con Confesercenti e Confcommercio.
  • Settimana dell’ecomobilità dal 12 al 17 maggio con attività molteplici in tutte le scuole. (Calendario visionabile su cytipla.wikispaces.com). Sabato 17 maggio nel primo pomeriggio biciclettata per le strade della città con circa 500 partecipanti tra bambini e adulti. Esposizione nella Piazza principale della città dei lavori fatti dalle classi, apertura dell’evento con intervento del Sindaco e del Dirigente Scolastico. Coinvolgimento del Comune, della Polizia Municipale, della Proloco, delle associazioni FIAB ValdarnoinBici, CAI (gruppo Mountain-bike), Calcit ( organizzazione lotteria con premio 3 biciclette), in contemporanea svolgimento della manifestazione annuale “Le vie d’Europa in festa” ovvero il Mercato Europeo che per tre giorni espone prodotti tipici gastronomici e dell’artigianato provenienti dai paesi dell’Unione Europea. Nei giorni seguenti sono usciti articoli e servizi televisivi su emittenti locali.
  • Aggiornamento sul sito dell’Istituto e su quello del progetto delle attività svolte. Comunicazione alle famiglie dei link dove trovare il materiale.

 

Sino a questo momento dello sviluppo delle azioni progettuali possiamo dire che realmente tutti gli alunni delle scuole partecipanti al progetto sono divenuti giorno dopo giorno gli ambasciatori del proprio paese e della propria cultura, abbattendo quelle che sono le barriere culturali, dando valore ed importanza alle diversità di ciascun territorio. Le attività svolte si sono basate sul protagonismo attivo degli stessi alunni e sullo sviluppo di molteplici competenze, sull’uso della lingua inglese come lingua veicolare e sull’incremento dell’uso strategico e integrato delle TIC. I percorsi educativi programmati hanno permesso di diffondere buone pratiche legate all’ecomobilità, una valida collaborazione con le famiglie, le autorità locali e le associazioni presenti nel territorio. All’interno dell’Istituto si è creata una maggiore collaborazione tra scuole e insegnanti, un’apertura delle classi agli enti e associazioni presenti sul territorio, è avvenuto un’innovazione per quanta riguarda i contenuti e le attività da svolgere in linea con i programmi ministeriali.